Trasformazione
      Processo Esperienziale di Riconoscimento

        verso l'arte della meditazione empatica, ideato e creato da Sidney Journo

         Conoscersi - Agire - Cambiare

          ... attraverso...

         Corpo, sensazioni percepite significative - Emozioni - Parole

 

Home
Su

La necessità di una trasformazione sociale e culturale

Per “guarire” la società occorre accompagnare la crescita degli individui – a partire da noi stessi  – sulla strada del recupero della nostra identità umana, fondando questa ricerca sul valore della solidarietà intesa come mutuo aiuto ma anche ascolto e accoglienza senza pregiudizi. Attraverso l’azione cosciente, la realizzazione pratica, coerente, dei valori umani da parte dell’individuo, è possibile propagare l’esperienza del cambiamento, vale a dire che è davvero possibile per ognuno cambiare e, attraverso questo cambiamento che parte da noi stessi, cambiare le relazioni esistenti attorno a noi, quindi contribuire al cambiamento complessivo della società.  

Gli individui partono da loro stessi, nella pratica individuale, per cambiare, quindi scelgono di condividere con altri individui, nella pratica collettiva, idee e valori comuni se pensano giusto che anche la società cambi in meglio. Questo è il circolo virtuoso che possiamo innescare.

L’identità umana oggi non è solo nascosta, ma frantumata. Entriamo nelle situazioni indossando volta a volta maschere diverse: al lavoro incarniamo un ruolo, in famiglia un altro, con gli amici un altro ancora... Generiamo infiniti microcosmi incomunicabili fra loro. Possiamo però cambiare questo schema di comportamento, provando ad essere noi stessi in ogni situazione, abbassando le maschere per svelare il nostro vero volto. Occorre riconnettere i diversi aspetti della nostra esperienza con altri ambiti di intervento sociale e culturale, intrecciandoli in modo da ricondurli allo stesso filo, qualunque sia il tipo di attività che svolgiamo, sviluppando quella necessaria ricomposizione della nostra vita attorno all’interezza del nostro essere e al riconoscimento dell’altro/altra come parte della stessa umanità.  

É una chance, una possibile scelta che ciascuno e ciascuna di noi ha di cambiare. Intendiamo con ciò mettere in evidenza l’esistenza di un irrinunciabile e individuale principio di responsabilità  nel poter scegliere, momento per momento, di riconoscere, accogliere e affermare quelle spinte profonde, volte al miglioramento e al bene, proprie della natura umana. A questo principio e alla sua realizzazione vogliamo esplicitamente rimandare nella prospettiva di un processo reale di cambiamento consapevole e benefico di se stessi e delle proprie relazioni umane. Attraverso il principio di responsabilità individuale e la sua messa in atto è infatti possibile ricercare il bene proprio rispecchiandolo nel bene altrui, in una condivisione che lo rende universale e durevole. 

Il Per punta ad aiutare le persone a riprendersi l’autenticità della propria vita: è una possibilità che abbiamo qui ed ora, di svolgere al meglio e più liberamente la nostra natura relazionale sentimentale, di cominciare a sperimentare la bellezza e la gioia di una vita che si realizza pienamente nella capacità di auto-ascolto e ascolto, incontro, accoglienza, cooperazione e mutuo aiuto, nell’intento di affermare una umanità centrata sul valore della solidarietà e della ricerca del bene comune. Pensiamo infine che sia possibile e urgente fondare creativamente, in senso umanista e libertario, un nuovo impegno culturale e sociale, basato sul protagonismo di ogni persona, sulla nostra disponibilità a cambiare la società essendo disposti a cambiare noi stessi, mettendo in  discussione – fino a sbarazzarcene – la dipendenza ideologica, morale, materiale, ad apparati e convenzioni sociali arbitrarie e disumane a cui fino ad oggi ci siamo più o meno consapevolmente sottomessi. Immaginiamo, dunque, e scegliamo di cominciare a sperimentare, momenti e spazi di riaggregazione umana che si sottraggano alle logiche e ai disvalori dominanti e grazie a cui le persone siano protagoniste di esperienze trasformative dell’esistente, secondo una logica di ricerca del bene comune condiviso e in chiave universale.

• Home • Su • La paura e la crisi • La fuga da noi stessi • Responsabilità • Trasformazione •

Inviare a info@formazioneper.it un messaggio di posta elettronica contenente domande o commenti su questo sito Web.
Ultimo aggiornamento: 07-03-15